Post Image
By gynepraio4 Settembre 2013In Personale

adottaunragazzo non è adattoaunaragazza come me

Mi ero già iscritta in tempi non sospetti alla community www.adottaunragazzo,it, per mero interesse zoologico visto che il mio non-più-innamorato non si era ancora dato alla macchia. Sono Ero così innamorata che all’idea di flirtare con un altro mi sarei ricoperta di voglie a forma di corna, autodenunciandomi in 3 secondi.

Per chi non sapesse cos’è, si tratta di un sito per incontri online dove solo le donne possono scegliere con chi intessere relazioni. Ma parte questa mission, una profilazione dei candidati ed un mood spiccatamente chick-oriented, nessuna differenza rispetto alla più nota concorrenza (Badoo, Meetic).

adottaunragazzo

Nel corso degli anni mi sono chiesta perché escludere il web come canale di recruitment di nuovi fidanzati. Magari mi va bene, come è accaduto ad una coppia di amici, conosciutisi in chat, felicemente sposati e ora più incinti di un Ovetto Kinder, che al momento rappresentano il miglior esempio di matrimonio tradizionale che ho sottomano.

Vorrei tanto dare la colpa alla mia bellezza abbacinante che mi ha sempre procurato frotte di innamorati -ben più di quanto potessi gestirne-, ma purtroppo devo dire che si tratta soprattutto di pregiudizio.

Il pensiero di fondo è che una persona fisicamente/intellettualmente/emotivamente normodotata dovrebbe condurre una vita sociale sufficiente a procurarle interazioni con partner alla sua portata. Come dire: se sei grazioso come uno scovolino, conciati a dovere, esci un po’ e troverai la latrina della tua vita. Per cui, i siti di incontri online sarebbero popolati di persone deformi, decerebrate e psicoinstabili.

In più, se l’essere umano è già infido e bugiardo nei rapporti reali, che cosa può diventare nei rapporti virtuali? Quali scuse inventerà per giustificare 24 ore di offline? Qual è il rischio effettivo che si spacci per un manager mentre in realtà fa il tappezziere, che occulti la voce querula, l’occhio di vetro e la gamba di legno? Insomma, i siti di incontri online pullulerebbero di millantatori frustrati con tendenze megalomani.

Ho l’impressione che questo pregiudizio sia soprattutto femminile. Esso nasconde in sé una contraddizione bruciante: le snob che considerano questi siti un crogiolo di morti di figa, sono spesso le stesse che affermano di non farsi impressionare dall’apparenza bensì di mirare alla sostanza, deprecano le occasioni ed i luoghi di aggregazione classici in quanto “volgari”, sono delle intellettualoidi e, molto spesso, delle geek belle e buone. Di fatto, hanno (abbiamo?) il profilo ideale per conoscere un partner senza vederlo, in un luogo silenzioso, esclusivo e virtuale. Una chat, insomma.

Ma nonostante tutta l’autocritica del caso, pur proiettandomi in un mondo ideale in cui sono magra e priva di pregiudizi, non riesco a immaginarmi attratta da una persona conosciuta online. L’unica spiegazione è che nell’incontro vis-a-vis entrino in gioco alcuni elementi non riproducibili in quello virtuale.

In primis, la fisicità. Ci sono alcuni elementi del corpo umano che nessuna fotografia può riprodurre: la camminata, il gesticolare, la sagoma, l’odore, la voce. Ognuno pone i propri personalissimi paletti sui quali, giustamente, non vuole transigere: porterà mica il marsupio? Le orecchie sono ben pulite? Ha la sigla di Amici come suoneria del telefono?

Poi c’è l’interattività: l’incontro reale, a differenza di quello virtuale, non accade “a bocce ferme” e quindi forza delle reazioni. Persone che interrompono, risate da suscitare, telefonate da gestire, sete e/o fame, rossori facciali, caldo e/o freddo, telefoni da estrarre dalla borsa, numeri da memorizzare, “ci vediamo” da interpretare.

Ma soprattutto, c’è quel mix di casualità+serendipità che rende l’incontro DEGNO DI ESSERE RACCONTATO. Andavo alla festa patronale di Cerignola e lo conosco in un vagone di seconda classe del Rapido Taranto-Ancona. Nel petshop cercavo una compagna per il mio introverso furetto, ma è andata a finire che mi sono innamorato io.

A tutti piace pensare che il nostro incontro -figlio di una lunga concatenazione di eventi- era scritto nelle stelle, che l’universomondo cospirava a nostro favore, che it was all meant-to-be. Questo, a prescindere dalla conclusione del rapporto: non so se i miei figli avranno i tuoi occhi o se ci limiteremo a copulare come ricci, ma ora mi sento protagonista, fortunata, viva e non ho proprio voglia di pensarci.

Temo che, selezionando un partner in base agli stringenti criteri sottorappresentati, questo inestimabile patrimonio di sms, batticuori, telefonate alle amiche, autoscatti da bimbaminchia davanti allo specchio andrebbe gettato alle ortiche. Continuo a pensare che sarebbe un peccato.

adottaunragazzo

come sono monotona #1

adottaunragazzo

come sono monotona #2

come sono monotona #3

come sono monotona #3

svgTerima Kasih - Grazie mille
svg
svgDare ragione agli stupidi

15 Comments

  • Anonimo

    Settembre 4, 2013 at 12:05 pm

    Concordo su tutto!
    Loretta

    svgRispondi
  • ovetto kinder

    Settembre 4, 2013 at 4:02 pm

    cmq l’anonimato abbatte molti pregiudizi invece mia cara, quando scriviamo siamo più sinceri di quando parliamo secondo me.. non sottovalutarlo.. certo farei una cernita delle chat da frequentare, badoo e meetic sono esplicitamente siti di incontri..noi alla fine ci siamo conosciuti su skype..

    svgRispondi
    • gynepraio

      Settembre 5, 2013 at 3:17 pm

      kindy, voi siete di un’altra razza. per curiosità, mi ricordi quanto è durato il contatto via skype prima di incontrarvi vis-a-vis?

      svgRispondi
  • Silvio

    Settembre 4, 2013 at 4:14 pm

    Ho conosciuto la mia dolce metà su un gioco di ruolo online e siamo in procinto di comprare casa, alla vigilia del 6° anniversario 😉
    Come diceva quel tormentone della Gialappa’s, “sono pienamente d’accordo a metà”.
    Trovo che chat e siti di rimorchio possano essere un’opportunità per conoscersi e trovare una minima affinità. A quel punto però, come dici tu, si deve uscire da dietro il monitor e comportarsi da esseri umani, davanti ad un caffè/birra/dungeon sadomaso.
    Siamo persone e non avatar. Comportiamoci come tali.
    Purtroppo però non siamo tutti ugualmente spigliati da entrare in un locale, puntare la bella di turno, e fiondarsi come un muflone a sussurrare “Sei irlandese? Perchè vedendoti la mia erezione è da guinness!”

    svgRispondi
    • gynepraio

      Settembre 5, 2013 at 3:19 pm

      nemmeno io sono questo drago dell’approccio verbale. Tuttavia, la parte del fiondarsi come una ariete da sfondamento (al netto della storia dell’erezione, ovvio), è quella che mi piace di più. Se me la togli, quali soddisfazioni rimangono a questa povera ragazza?

      svgRispondi
  • Angela

    Settembre 16, 2013 at 5:58 pm

    Sito veramente di merda: è fatto bene ma gli uomini sono degli sfigati brutti burini oppure dei serial-dater coi quali non riesci nemmeno a fare due parole. Se capiscono che non gliela dai la prima volta passano alla prossima. Mi sono disiscritta dopo tre giorni.

    svgRispondi
    • eolo

      Ottobre 3, 2013 at 10:33 pm

      Tu invece immagino sia MIss MONDO..

      svgRispondi
  • Laura

    Settembre 27, 2013 at 5:34 pm

    Post molto carino, complimenti 🙂 mi ha fatto molto sorridere perché da giusto un mese frequento un ragazzo conosciuto su adotta.it… Sinceramente penso di aver avuto una discreta botta di culo (con tutto che ovviamente non avendo una palla di cristallo non so come andrà) ma penso che di fondo la cosa che fa davvero la differenza è il desiderio di vedersi e non di stare a cincischiare dietro un monitor… Alla decima email, vista la nostra ipotizzabile affinità, abbiamo deciso di vederci per farci una bella passeggiata… Per valutare tutte quelle cose che dici, sacrosante, dall’ovvio aspetto fisico alle minuzie, come si veste, come cammina, come parla, dove guarda. Non siamo creature fatte di nulla ma un nulla ci può fare incontrare… Anche uno stupidissimo sito 🙂 (terrei a precisare che non è l’amore che parla, su internet ho conosciuto anche persone… Come dire… Discutibili. Ma quelle sono ovunque no?)

    svgRispondi
    • gynepraio

      Settembre 27, 2013 at 7:18 pm

      hai tutta la mia stima. Oltre che la mia invidia, of course.

      svgRispondi
  • Incontri per Single

    Ottobre 9, 2013 at 10:10 pm

    Bè come tipologia di sito è molto carino anche se le funzionalità non differiscono dai siti di dating tradizionali. Comunque sia la fregatura di questi siti sono sempre i profili falsi e la fregatura che degli abbonamenti mensili, appena iscritto vedi subito dei messaggi in arrivo e poi quando clicchi ti riporta alla pagina degli abbonamenti mensili e quando paghi svanisce tutto e non riesci a conoscere nessuno, insomma una bella fregatura. Per fortuna non sono tutti così, c’è ancora qualche sito onesto a riguardo.

    svgRispondi
    • gynepraio

      Ottobre 10, 2013 at 10:12 am

      Un giorno farò un benchmark serio e ragionato sull’argomento, prometto. Grazie per le dritte!

      svgRispondi
  • Manuel

    Novembre 19, 2013 at 6:38 pm

    Dovreste aggiunger nella recensione che il sito limita l’accesso agli uomini dalle 18.00 all’ 01.00,causa troppi uomini connessi,e di questo il gentil sesso non viene informato.

    svgRispondi
    • gynepraio

      Novembre 19, 2013 at 7:10 pm

      Grazie Manuel per il tuo contributo.

      svgRispondi
  • Riccardo

    Gennaio 21, 2014 at 1:16 am

    Sapida news: il sito paga due o tre ragazzi immagine per fidelizzare la clientela. E le componenti femminili dello staff se la spassano mica male, alla faccia della privacy (leggono tutte le mail dei maschi che gli interessano prima di fare la mossa). Fonte: una dello staff che ho rimorchiato lìssopra.

    svgRispondi

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

archivio