Post Image
By gynepraio22 Gennaio 2014In Personale

cosa mangiamo per cena

Amore, io lo so che sono bassa e non ho i capelli corti né rossi. Mi spiace averti sempre accolto in casa con l’eleganza di un’insegnante di yoga in pensione. Ammetto anche la mia manifesta inferiorità musicale, letteraria e cinematografica. Però, scusa, tutte le vecchie canzoni che conosco a memoria? Anche quelle di supernicchia, con autori e anni, che sembro Valentina di Sarabanda.

Ah, è vero che ti dà fastidio questo mio mangiare troppo voracemente, con l’espressione da profuga cecena, ma io davvero ho sempre fame di tutto! Troppa mamma, troppo papà, dici? Anche troppi amici, troppi rapporti, sto sempre attaccata al telefono a sentire/scrivere/dare opinioni. Hai ragione, sono poca ambiziosa, ma lo sai che il lavoro per me sono solo altre 8 ore per sentire/scrivere/dare opinioni.

Sono una pessima sportiva. Anzi, te lo confesso finalmente, quando mi sono incrinata la costola cadendo dallo snowboard non era per il ghiaccio: è perché stavo facendo la splendida. Però sono forte e porto sempre i pesi da sola. Hai veramente intenzione di tirare fuori ‘sto fatto che compro gli oggetti inutili? Ma dai, non sono così attaccata alle cose! L’altra volta mi hai rotto il vaso dei marshmallow ma io mica me la sono presa. Se vuoi, il gatto giapponese lo butto, figurati, anche se mi dispiace perché a suo modo mi fa compagnia. Tac, tac, tac, tac.

cosa mangiamo per cena

Mi è venuta una idea, sai? Ci compriamo una casa gigante, così ognuno ha la sua stanzetta dove possiamo stare quando non abbiamo voglia di avere nessuno tra i piedi. Nella mia mettiamo il gatto giapponese, nella tua il decoder così quando vuoi guardare le Juve, bestemmiare e intossicarti di liquirizie Haribo srotolate non ti senti in soggezione davanti a me. Anche il tuo computer nuovo. Anzi, prima imparo a usarlo io, che sono più brava, e poi ti insegno i trucchi.

Ti lascio anche un bagno tutto per te, così puoi disseminare peli come Pollicino e pisciare a ramengo, senza che io debba ripassare con la spugnetta. Ti taglio i capelli una volta al mese, ho anche la mantellina originale Kérastase. Ok, va bene, niente mantellina.

Fumo solo sul balcone, sono d’accordo anche io. Smettere proprio? Mi pare tu ti stia allargando. D’inverno teniamo 23 gradi, che tu ti ammali per un nonnulla. Starò in maniche corte, che problema c’è. Sul condizionatore mi permetto di insistere, però.

Nel soggiorno ci mettiamo il mio divano e la fonovaligia. Che bei regali inutili che ti faccio, eh! Servirà una libreria gigante: io su quella non risparmierei, però. Niente Ikea, oltretutto come bricoleur facciamo pena.

Ci vuole una cucina bianca e grande così se vengono le mie amiche ci chiudiamo lì dentro. Magari ogni tanto ti cucino un dolce. Con le mele, senza cioccolato. Non attaccare con le paranoie che ingrassi, massimo una volta alla settimana. Quando voglio io, quando me la sento. Non ti chiederò mai cosa mangiamo per cena.

svgsangue avversario
svg
svgil dilemma del porcospino

24 Comments

  • 21

    Gennaio 22, 2014 at 1:27 pm

    Non buttare via il gattino neko che porta soldi! E aggiungo che la fonovaligia è anche un bel pezzo di arredamento. Metti che un giorno ti svegli con una voglia insaziabile di Fiabe sonore?

    svgRispondi
    • gynepraio

      Gennaio 22, 2014 at 1:44 pm

      Oppure metti che voglia creare ai miei futuri figli un bel trauma con la storia di Gobbolino?

      svgRispondi
      • 21

        Gennaio 22, 2014 at 1:50 pm

        I vantaggi di una fonovaligia sono infiniti! 😀

        svgRispondi
      • Carrie

        Gennaio 22, 2014 at 4:48 pm

        Minchia, la storia di gobbolino! Fa parte anche della mia tradizione familiare, aiut!

        svgRispondi
  • diamanta

    Gennaio 22, 2014 at 1:31 pm

    Stai facendo una proposta di matrimonio?

    svgRispondi
    • gynepraio

      Gennaio 22, 2014 at 1:45 pm

      No!!! E’ solo il primo capitolo della mia nuova rubrica “Sogni in libertà”. Prossimi capitoli: “Magra per sempre” e “Mai più gaffes”.

      svgRispondi
      • diamanta

        Gennaio 22, 2014 at 1:49 pm

        ahhahaha posso far l’abbonamento a “Magra per sempre”?

        svgRispondi
  • antipastomisto

    Gennaio 22, 2014 at 1:54 pm

    Adesso vado in bagno perchè mi sto pisciando addosso. Grazie.
    (Si, sono sempre così, un surrogato di eleganza e finezza)
    🙂

    svgRispondi
  • Pinocchio non c'è più

    Gennaio 22, 2014 at 2:54 pm

    Che vita sarebbe senza fonovaligia, la mia è (purtroppo) parcheggiata da mia madre, ma il gattino dorato è con me, ho la versione moderna, quella motorizzata, con il braccino che va su e giù, non ne capisco l’utilità ma ormai è parte della famiglia…come mia suocera.

    svgRispondi
    • gynepraio

      Gennaio 22, 2014 at 2:57 pm

      E’ ormai noto ai più che la funzione del gatto alzabraccio è solo quella di essere instagrammato.

      svgRispondi
      • Pinocchio non c'è più

        Gennaio 22, 2014 at 3:14 pm

        Ak, ok, figurati che io non ricordo neanche la password di instragram…ok, lo butto nella spazzatura.

        svgRispondi
  • zeusstamina

    Gennaio 22, 2014 at 3:24 pm

    La fonovaligia, i marshmellow (dio che schifo… ahahah… ne ho dovuti subire scaldati su fuoco vivo ed era come mangiare asfalto fuso… stesso effetto sulla digestione).
    Comunque sia se tagli i capelli una volta al mese dimmelo, che così passo anche io e mi faccio fare un barba-capelli tranquillo e rilassante!!

    svgRispondi
  • Carrie

    Gennaio 22, 2014 at 4:47 pm

    Ah, l’amour.
    Perché lo sai che questo è amore!
    Bella cuoriciona mia!

    svgRispondi
    • gynepraio

      Gennaio 22, 2014 at 4:48 pm

      sono tutta poffettosa come un piumino da cipria

      svgRispondi
      • Carrie

        Gennaio 22, 2014 at 5:45 pm

        Mi piaci quando hai questi momenti di amore!
        Però mi chiedo… Quali vantaggi porta essere alte coi capelli corti e rossi?!

        svgRispondi
        • gynepraio

          Gennaio 22, 2014 at 5:46 pm

          Significa somigliare all’ideale femminile di voi-sapete-chi

          svgRispondi
          • Carrie

            Gennaio 22, 2014 at 8:48 pm

            ah ok. pensavo potesse tornarmi utile e invece…
            Gynè, tu sei bellissima e fescion!

  • rideafa.

    Gennaio 22, 2014 at 5:11 pm

    gyne, scusa che ci hanno le canzoncine tue?
    cioè se a titolo esemplificativo ne hai messe due sopra il post, allora me la compro io casa cottè.

    ti dico pure ailloviù, però non più di due volte al mese.

    svgRispondi
    • gynepraio

      Gennaio 22, 2014 at 5:31 pm

      è solo una playlist d’amore, ecco. In casa canterei cose ben più trash

      svgRispondi
      • rideafa.

        Gennaio 22, 2014 at 5:40 pm

        se mi ci canti la carrà io mi ti ci rubo.

        svgRispondi

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

archivio