Post Image
By gynepraio24 Ottobre 2017In Shopping

Discovery Channel Ottobre 2017

Discovery Channel Ottobre 2017: Ciabatte Giesswein

Valeria goes prepensionata: sono andata a Moena in montagna e ho comprato solo cibo e ciabatte da casa. Le volevo dall’anno scorso quando, grazie al provvido intervento di un paio di ballerine con la suola in feltro, ho fatto una scivolata da Gianni Sperti in corridoio che se avessi avuto il bambino in braccio a quest’ora stavamo tutti e due ancora ingessati come il cane di “Tutti pazzi per Mary”.discovery channel ottobre 2017

Ho deciso di investire i big money in quelle che in piemontese chiamiamo poeticamente “patërle” ma che in italiano diventano pianelle. La scelta caduta sul prestigioso brand austriaco Giesswein (pron. ghissvain), modello Tino colore grigio, in lana, suola in gomma naturale, antiscivolo. Calde e sexy come un piatto di pasta&fagioli, ma quando la sera scendo dai tacchi e le infilo mi sento subito la ricca possidente di uno chalet del Südtirol.

instamonth ottobre 2017

Da agosto aspetto che faccia quel minimo di freddo necessario per metterle.

Prezzo: 36,90 sul sito Giesswein

Discovery Channel Ottobre 2017: Blog di Beadesigner

É un sacco che non segnalo blog interessanti. Forse per il semplice fatto che non ne trovo più? Non è questa le sede per lagnarci del declino della blogosfera, di come questa maledetta abitudine di fare foto e microvideo abbia fatto passare a tutti la voglia di scrivere e, purtroppo, anche di leggere. Alcune delle persone che io amavo, purtroppo, non scrivono più. Basti leggere un mio vecchio post del 2014 in cui elencavo i blog che seguivo e apprezzavo: due terzi di essi non esistono più oppure sono inattivi da oltre un anno. Questo significa due cose:

  • scrivere costa fatica e molti blogger, ancorché molto talentuosi, a un certo punto mollano
  • quelli che restano devono essere applauditi per la loro resilienza. A questo proposito, visto che diverse persone mi chiedono quali blogger seguire, vi segnalo il mio profilo Bloglovin che è pubblico e in cui troverete la lista completa dei blog che leggo regolarmente
  • quando qualcuno di interessante inizia a scrivere bisogna incoraggiarlo

É proprio il caso del blog aziendale di Be a Designer, un ufficio stile dedicato a stilisti emergenti che devono realizzare la propria capsule collection. Il blog aziendale non parla dell’azienda ma (come ogni blog-corporate dovrebbe fare) parla del settore: non vestiti, non belle ragazze che indossano vestiti, non consigli su dove trovare vestiti che somiglino ad altri vestiti ma costino meno. Parla di moda: spiega chi è chi, come mai fa così, perché una certa tendenza piace a chi, insomma, contenuti, testi veri, argomentati e ragionati. Seguitelo che è bellissimo.

discovery channel ottobre 2017

Prezzo: gratis

Discovery Channel Ottobre 2017: Le Palline

Elia è un’anguilla, lo è sempre stato. Il momento del cambio non è mai stato quel tenero scambio d’intimità che cercavano di vendermi al corso di massaggio neonatale. Allora, tu lo sdrai su una superficie morbida e liscia, poi ti versi due gocce di olio di mandorle, gli chiedi il permesso per manipolarlo e poi lo tocchi dalle dita dei piedi fino al volto secondo una sequenza prestabilita. Cazzata, infatti io dalla più tenera età ho dotato il suo fasciatoio di oggetti che lo distraessero e gli impedissero di gettarsi al suolo in preda alla noia: ero partita ambiziosa con queste bestiole-burattini i cui arti erano tenuti insieme dai fermacampione. Purtroppo però l’anguilla ha scoperto come sradicare i fermacampioni e infilarseli in bocca. Io già mi immaginavo a dover analizzare i suoi pannolini per essere certa che li avesse espulsi proprio tutti quanti.

La scelta n.2 è caduta sulle Palline che sono dei dischi decorativi pre-forati, contenenti ognuno una tipica frottola da infanti. Al momento sono a colori molto sobri in quanto sono pensate per essere colorate non appena l’anguilla saprà colorare con i pastelli che possiede dalla più tenera età (mia madre pensava sarebbe stato un genio come me e gli ha preso un kit per colorare idoneo a bambini da 36 mesi in su). In realtà io sono già soddisfatta così in quanto: a-si intonano alla sua stanza e b-sono talmente felice che abbia imparato a camminare (l’ho scritto da qualche parte? Ebbene sì!) che delle sue doti pittoriche al momento non mi curo affatto. La confezione completa include 24 palline divise su 4 tavole in cartone riciclato. Questa sono io che getto sul tavolo le palline cercando di capire a quale dare la precedenza:

discovery channel ottobre 2017

Peraltro queste menzogne io le padroneggiavo tutte a 2 anni

Questo invece è il risultato finale, ottenuto appendendo le palline con dello spago ecrù e questi gancetti rimuovibili di 3M, che avevo usato l’anno scorso per realizzare il calendario dell’avvento 2016 e altre simili amenità domestiche. Magari ogni tanto le cambio, giusto per assicurarmi che impari tutte le bugie del mondo e mi possa fregare meglio quando cresce. Per ora sa solo dire mamma + cacca + scarpe + no: le prime potrebbero essere “no, mamma, quella sotto le mie scarpe non è cacca” oppure “no, mamma, quelle scarpe di non ti stanno di merda”.

discovery channel ottobre 2017

Prezzo: 15 euro qui

ATTENZIO’ ATTENZIO’: Discovery Channel Ottobre 2017 contiene un raro esempio di #ad. Le palline mi sono state omaggiate da Le Palle, nella figura del suo fondatore nonché mente creativa nonché mio vicino d’ufficio, grande produttore di torte al cioccolato e secondo esperto mondiale subito dopo di me nella categoria “vecchi successi di Elio&Le storie tese”. Questo prodotto, nonché il resto della gamma Le Palle le trovate sul suo e-commerce, che dovreste aggiungere alla lista: “oggetti che vi fanno fare bella figura quando non sapete cosa regalare e vorreste personalizzare il dono senza svenarvi”. Tipo non ditemi che non c’è il cadeau-palla perfetto per chiunque voi conosciate.

 

 

svgPosta del cuore Ottobre 2017
svg
svg5 Lezioni sullo shopping che ho imparato a mie spese

8 Comments

  • Elena

    Ottobre 24, 2017 at 10:41 am

    Ma…..un bel codice sconto “Gynepraio” per chi volesse acquistare una mug sul sito? 🙂

    svgRispondi
    • gynepraio

      Ottobre 24, 2017 at 11:53 am

      Credo che per Natale sicuramente ne avrò uno da condividere!

      svgRispondi
  • gi

    Ottobre 24, 2017 at 2:39 pm

    elia che ti mente su come ti donano quelle scarpe (immaginarie ovvio, quelle che hai sono tutte fantastiche…..) mi ha fatto taaaaanto taaaanto ridere:-))

    svgRispondi
    • gynepraio

      Ottobre 30, 2017 at 3:36 pm

      Attendo a breve altre sue performance perculatorie

      svgRispondi
  • Sabrina G. Peccatonondirlo

    Ottobre 24, 2017 at 2:50 pm

    Io ho ricominciato a scrivere da poco e mi trovo d’accordo con il fatto che tantissimi blog che seguivo, non vengono aggiornati da tanto. Credo che la diffusione di instagram e le stories abbiano un peso in questo. Chi scrive un blog ora, lo fa principalmente per passione. O almeno dovrebbe.

    svgRispondi
    • gynepraio

      Ottobre 30, 2017 at 3:41 pm

      Il problema è che scrivere, se lo si fa con metodo, scrivere costa un sacco di tempo. Per di più le aspettative dei lettori sono diventate più alte: ci vogliono foto belle, un minimo di promozione ben fatta, variabilità all’interno del piano editoriale.

      svgRispondi
  • Paola

    Ottobre 24, 2017 at 4:32 pm

    Quella lista che pubblicasti la ricordo bene, ho iniziato a seguire molti blog grazie a te, la maggior parte appunto non posta più o qualcuno lo fa ma con troppi sponsored post. Anche io credo che il video è più immediato e trasmette meglio il messaggio, infatti da un po’ di tempo molti blogger si esprimono via vlog, oltre che su IG e Snapchat. Personalmente preferirei la lettura ai video ma ultimamente i contenuti scritti sono meno piacevoli e immediati. Purtroppo quindi confesso di aver smesso di seguire molti blog ma con dispiacere perché nulla è meglio delle parole scritte

    svgRispondi
    • gynepraio

      Ottobre 30, 2017 at 3:42 pm

      Io purtroppo a vedere i video (youtube per intenderci) mi annoio un sacco. Va un po’ meglio con IG Stories, ma continuo a preferire la lettura.

      svgRispondi

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

archivio