Post Image
By gynepraio28 Aprile 2022In Books

“Tenere la casa in ordine anche quando la tua vita è in disordine” di KC Davis

Durante le vacanze di Natale avevo condiviso un mio pensiero relativo al mio rapporto col dovere e col volere. Per chi interessa, quelle stories sono salvare in evidenza sotto la voce “dovere”, ma in sostanza dicevo che sono pragmatica e probabilmente un po’ schematica, un po’ tagliata con l’accetta.

Ovviamente, questo stile lo applico al 100% anche alla gestione della casa: tranquilli, non sono come quella certa presentatrice TV che si alza alle 6.30 per infornare il pane e non dico “basta organizzarsi”. Però, nel mio caso, fatico molto a lavorare in un ambiente molto disordinato: cioè per me rassettare in modo letteralmente automatico è questione di sopravvivenza.

Io vorrei essere operativa in mezzo alle bombe ma purtroppo non ci riesco, quindi dopo ogni mio movimento sono abituata a a riportare la casa a quello standard di decenza che mi consente di sedermi e fare il mio lavoro. In sostanza un mio limite (potermi concentrare solo in alcune circostanze) diventa dal punto di vista igienico ed estetico un punto di forza, qualcosa che se vogliamo contribuisce anche alla mia autostima perché mi frutta un sacco di complimenti e riconoscimenti. Alcuni di voi mi hanno anche chiesto di scrivere una guida alla gestione delle pulizie e io l’ho pure scritta.

Guida per avere una casa presentabile

Da questa mia prospettiva sicuramente privilegiata la lettura di “Tenere la casa in ordine anche quando la tua vita è in disordine” di KC Davis è stata una doccia fredda: per molte persone i lavori domestici sono una vera e propria piaga, e tutto ciò non ha niente a che vedere con la pigrizia e non ha alcun peso di natura morale.

Sono altre le motivazioni per cui le pulizie sono una difficoltà inapprocciabile, e KC Davis le analizza tutte: ad esempio le disfunzioni esecutive, i traumi, la depressione, l’affaticamento, la presenza di persone piccole o bisognose, l’assenza di aiuto ma anche, semplicemente, una diversa percezione delle priorità.

Nel ripercorrere queste condizioni e proporre alcune soluzioni, KC Davis si tiene ben lontana dal giudizio e dalla vergogna, e a ragion veduta in quanto professionista della salute mentale ed essa stessa persona neurodivergente: oltre a una storia personale caratterizzata da dipendenze e una diagnosi di ADHD, ha fatto esperienza della depressione in concomitanza con una maternità durante la prima ondata di Covid che le ha fatto di rivedere radicalmente il suo rapporto con l’ordine e la pulizia, domestica e personale.

Innanzitutto abbassando i propri standard in favore dei suoi bisogni e di quelli della sua famiglia, poi rivedendo le motivazioni di fondo per cui e infine elaborando trucchi e metodi molto flessibili. Da allora ha divulgato la sua esperienza attraverso un canale sul social con le due TT e producendo corsi che lei stessa definisce depression-friendly.

“Tenere la casa in ordine anche quando la tua vita è in disordine”, che uscirà in Italia giovedì 28 aprile 2022 per Corbaccio, è la summa del suo approccio. Proprio perché pensato anche per un pubblico neuroatipico troverete che giochi di parole e metafore sono spiegati con delle note. Se vi va di ordinarlo, potete farlo a questo link affiliato.

Acquistalo

 

svgLibri dell'anno 2022
svg
svg"Appunti sulla tua scomparsa improvvisa" di Alison Espach

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.