About

Campionessa mondiale di gaffes, vago raminga nella selva oscura dei rapporti interpersonali. Se non ho un’opinione, me la invento. Razzolo demmerda male, ma dio come predico bene. Scrivo su www.gynepraio.it, un blog in cui si parla delle cose importanti della vita, come l’amore e le unghie.

Inizialmente doveva bastare così. Questo blog, infatti, nacque come un posto in cui (s)parlare liberamente del prossimo nascondendomi in un confortante e modesto anonimato. Ma poi il narcisismo ha avuto la meglio e questo proposito, come la maggior parte delle mie buona risoluzioni, è durato una settimana o poco più.

Tanto vale dire la verità. Mi chiamo Valeria e vivo a Torino. Preferisco mangiare che cucinare, parlare che ascoltare, dirigere che eseguire, scrivere che leggere. Non sono un mago dei Social Network, ma ho un account Twitter, una fanpage e un profilo personale su Facebook

Mi ostino a fotografare angoli di casa, angoli di torte, angoli di città, angoli di selfie e caricarli su Instagram con didascalie improbabili. L’unico che non fotografo è Voi-Sapete-Chi, il mio fidanzato innamorato -in ordine crescente- di me, della Juventus e della sua privacy. Per Elia, il nostro bambino nato a giugno 2016, faccio delle piccole eccezioni. Per dire, ho pubblicato una foto del suo collo adiposo.

In questo blog ho incanalato la mia propensione a dire sempre quello che penso, sforzandomi però di dirlo bene e non più di 2 volte a settimana. Non sono una ereditiera russa: nel mio tempo lavorativo (o extra-gyneprativo, a seconda dei punti di vista), sono l’addetta marketing di una start-up che si occupa di home decor. Se non ci credete, potete verificarlo sul mio profilo Linkedin. In un fortune cookie cinese ho trovato un biglietto -non privo di refuso- che diceva: “Il tuo nome diventerà famoso”. Che dire: se non dovessi farcela con la scrittura, speriamo almeno non sia per un fatto di cronaca nera.

gynepraio fortune cookie