Post Image
By gynepraio7 Dicembre 2018In BeautyPersonale

Recensioni beauty buttoviatutto Dicembre 2018

recensioni beauty buttoviatuttodicembre 2018: Maschera esfoliante piedi

L’ho provata, ne ho parlato su Instagram dove ho avuto l’accortezza e la decenza di non documentare il processo di esfoliazione. Per chi non sapesse di cosa sto parlando, sono dei calzini imbevuti di una soluzione al profumo di lavanda a base di acido glicolico e altri ingredienti che preferisco ignorare: si indossano per un po’, quindi si rimuovono, si procede con la propria vita in attesa che inizi il processo di esfoliazione che durerà qualche giorno e che, in un tripudio natalizio di fiocchi di cellule morte, lascerà i piedi lisci come il culetto di un neonato.

La mia opinione è inquinata da una triste premessa: ho i piedi brutti, bitorzoluti e purtroppo congenitamente piatti. Il modo in cui cammino, quasi indipendentemente dalle calzature che indosso, mi porta a sviluppare delle antiestetiche aree indurite sulla pianta che si eliminano a fatica. Speravo in un miracolo e invece niente, sono rimaste lì dove sono: il resto del piede si è esfoliato ed è rimasto morbido, ma sinceramente era morbido anche prima! Mi sono quindi fatta l’idea che questa maschera -seppur efficace per piedi normali- non sia sufficientemente potente per i miei duroni, che necessiterebbero invece del periodico (e frequente, vista la facilità con cui si riformano le aree indurite) intervento di un’estetista professionale.

Da qui la riflessione: posso spendere 30 euro al mese di pedicure curativa, cioè, circa 360 euro l’anno? No, non posso e quindi non lo farò. Mi limiterò a tenere la situazione sotto controllo durante i miei freddi e me ne preoccuperò solo quando inizierò a mostrare le piante dei piedi cioè dalla seconda metà di maggio in poi.

In passato, non si sono rivelati autenticamente efficaci né l’apposito strumento a pile di Scholl -che ho da molti anni- né il Credo, quel bisturi che usano le estetiste con il quale mi sono tagliata numerose volte e che comunque, anche escludendo sanguinosi incidenti, non so gestire adeguatamente. Quindi io mi terrò i miei piedi, i miei piedi si terranno me e chi mi ama si beccherà me e i miei piedi.

Al contrario, per chi non ha problemi simili ai miei ma vuole soltanto migliorare l’aspetto e la morbidezza dei propri piedi, il prodotto va benissimo e infatti ho regalato il secondo paio di calzini a un’amica. Consiglio di usarlo in inverno e non in estate perché l’esfoliazione non è gradevole a vedersi, e di indossare sempre dei calzini perché i fiocchi di pelle morta nel letto fanno anche un po’ schifo.

recensioni beauty buttoviatutto dicembre 2018

Prezzo: 9,99 euro su Amazon, contiene 2 kit di calzini

recensioni beauty buttoviatuttodicembre 2018: Correttore Mac

Qualche settimana fa una ragazza mi ha consigliato di testare un correttore Mac, senza acquistarlo ma solo effettuando una applicazione professionale in un punto vendita, approfittando del fatto che le loro addette vendita sono molto abili. Così ho fatto.

Mi sono presentata fiduciosa, senza make-up, in orario pomeridiano, ho spiegato la mia situazione e la make-up artist che mi ha seguito mi ha proposto quello che immaginavo: uno strato di arancione sotto e sopra un correttore a lunga durata del mio skintone. Ha fatto due proposte, una sull’occhio destro e una sull’occhio sinistro, fissando il lavoro con della polvere. Ha lavorato meticolosamente, ha usato pennelli, dita e spugnette. Mi ha segnato su un foglietto i nomi dei prodotti e la sequenza di applicazione in modo che potessi acquistarli se necessario.

recensioni beauty buttoviatutto dicembre 2018

Alla fine mi sono guardata sotto le impietosissime luci al neon degli specchi professionali e sinceramente non ho visto nessunissimo miracolo: ma proprio niente, zero, non mi sembrava di avere una espressione migliore, non mi sembrava di aver eliminato il blu, non mi sentivo più fresca o meno segnata. Questo non per imperizia della commessa o per scarsa bontà dei prodotti, ma perché il blu delle mie occhiaie, evidentemente, non è occultabile. Forse lo sarebbe aggiungendo altri strati: primer, fondotinta, biacca, farina di riso?

Non lo so, ma quello di cui sono certa è che non sono capace di stratificare 6 prodotti diversi, non ho intenzione di iscrivermi a un corso di self-make up né tantomeno posso impiegare 20 minuti a truccarmi al mattino. Anche perché non lavoro in TV né a contatto col pubblico, ma sto in un ufficio contornata di persone la cui priorità non è guardarmi le borse sotto agli occhi. Quindi io mi terrò i le mie occhiaie, le mie occhiaie si terranno me e chi mi ama si beccherà me e le mie occhiaie. Per le Stories, metterò gli occhiali da sole et voilà.

Prezzo: nessuno, basta guardare altrove

recensioni beauty buttoviatuttodicembre 2018: PIASTRA GHD

So che meno di un anno fa mi ero prodotta in manifestazioni di entusiasmo in favore della piastra GHD Gold, ancorché non particolarmente sperticate, ma oggi credo di voler ritrattare: l’ho venduta a una persona che mi segue su Instagram.

recensioni beauty buttoviatutto dicembre 2018

Dopo mesi e mesi di utilizzo e comparazione con l’altra piastra che possiedo, ho notato che l’aspetto dei miei capelli non vedeva benefici dall’utilizzo dell’una o dell’altra. I miei capelli sono trattati e decolorati. Sono fintolisci ma in alcune aree addirittura crespi. In più, per motivi dermatologici, non posso usare shampoo, balsami o maschere ad alto impatto cosmetico che potrebbero migliorarne l’aspetto e prepararli alla piastra.

Da sempre non tengono la piega: indipendentemente dal metodo con cui li ho stirati il giorno 0, all’alba del giorno +1, sono comunque da ripassare a 200 gradi. La GHD è ergonomica, rispettosa del capello, ha una bibliografia di successi e una enorme fandom di persone disposte a farsi seppellire con essa, ma non ha risolto i miei problemi. Meglio venderla e usare il ricavato per fare qualche piega dai cinesi di via Vanchiglia se ho proprio bisogno di tirarmi su.

NOTA: Le Recensioni Beauty Buttoviatutto Dicembre 2018 non sono frutto di chissà quali illuminazioni e non sono il preludio a svolte minimaliste. Non mi raserò come Sinead O’Connor e Britney Spears, non regalerò i miei averi ai poveri. Semplicemente mi sono stancata di perdere tempo dietro a problemi che non si possono risolvere. Nonostante la buona volontà, certe cose non si aggiustano. Alcune rogne non si riparano nemmeno spendendoci soldi e tempo, e comunque si ripresentano il mattino dopo.

Ho brutti piedi, occhiaie scure, capelli idioti, e me li tengo così. Meglio pensare ad altro.

 

svgDiscovery Channel Novembre 2018
svg
svgLibri in 3 parole: "Gli Spaiati"

16 Comments

  • Vania

    Dicembre 7, 2018 at 9:50 am

    Le cose senza rimedio non meritano attenzione. Macbeth.

    svgRispondi
  • Emme

    Dicembre 7, 2018 at 2:39 pm

    Valeria, mettila così: piedi, occhiaie e capelli (peraltro non mi sembra davvero tu debba preoccupartene particolarmente) vengono ampiamente ricompensati da tutto il resto MA:
    – per i piedi, salvo tu non abbia già esperito il tentativo, ti sono stati proposti i plantari? Non avevo i piedi piatti ma decisi difetti posturali, causa dello stesso sintomo che lamenti e che anche io affidavo alle cure di una podologa. Consulto ortopedico, vinti i plantari, curata la causa, pianta morbida, fine.
    – per la bionda chioma: olio di cocco, una volta a settimana, e basta piastra, che li brucia e li secca, in un circolo vizioso in cui i capelli sono aridi, ti sembrano brutti, li vuoi allisciare, li cuoci con la piastra seccandoli ancora di più e rendendoli ingestibili per davvero. Lo prendi in erboristeria, lo applichi sui capelli due, tre ore (in rete trovi milioni di “tutorial”) una volta a settimana e applicazione dopo applicazione vedrai la differenza.
    Abbraccione!

    svgRispondi
    • gynepraio

      Dicembre 21, 2018 at 6:21 pm

      Ciao Manuale, ma come faccio a tenere 3 ore in testa una maschera? Non posso, non ho voglia e non ho tempo… Quanto ai plantari, i tuoi sono compatibili con tutte le scarpe che hai? Ho sempre questa idea che non vadano bene per qualsiasi calzatura, ma forse è un mio pregiudizio.

      svgRispondi
  • Valeria

    Dicembre 7, 2018 at 7:15 pm

    Leggere questo post è liberatorio,
    Evviva! E abbasso le pollyanna del web

    svgRispondi
    • gynepraio

      Dicembre 21, 2018 at 6:19 pm

      Ahahahahaha, Pollyanne eliminate dalla mia vita.

      svgRispondi
  • Giulia

    Dicembre 9, 2018 at 3:17 pm

    Piastra al vapore ?

    svgRispondi
    • gynepraio

      Dicembre 21, 2018 at 6:18 pm

      Avevo una spazzola lisciante al vapore ma ho venduto anche quella nel 2014! Dichiaro la mia sconfitta, è ora di guardare oltre.

      svgRispondi
  • L.

    Dicembre 11, 2018 at 10:03 am

    Ciao Valeria,
    qualche inverno fa i miei ruvidissimi piedi hanno manifestato un inizio di ragade (piuttosto dolorosa ma nulla di paragonabile a quelle dei capezzoli nelle quali sono incorsa nella prima fase di allattamento) –> sono corsa dal podologo –> mi ha consigliato una crema per l’ipercheratosi –> ho risolto, applicandola con costanza. Continuo a non avere i piedi di Cenerentola ma l’aspetto è decisamente migliorato.
    Beauty tips: utilizzabile anche in altre parti del corpo per chi (come me) ha la pelle molto secca. Fonte: la mia farmacista.
    Ah, la crema? Eutrosis 461, un mega flacone da 400 ml dal prezzo equo che ti durerà parecchio. Anche se appassionata di green beauty e cazzi e mazzi, ho chiuso un occhio sull’inci perché FUNZIONA, alla faccia del burro di karitè, della cipolla con sale e altri simpatici rimedi nei quali mi sono cimentata nel corso degli anni.

    svgRispondi
    • gynepraio

      Dicembre 21, 2018 at 6:17 pm

      Le ragadi devono essere terribili, spero per te che il problema si sia risolto definitivamente!

      svgRispondi
  • Mavie

    Dicembre 15, 2018 at 6:17 pm

    Coucou ❤️ per i piedi, suggerisco i plantari: risolvono tanto, nel senso che evitano che le callosità si riformino e ti fanno camminare meglio. Per le occhiaie (anche io ne soffro), ho notato un miglioramento da quando uso una crema contorno occhi idratante (io ho preso una “l’Erbolario” ma credo sia proprio l’ideazione a farmi bene). E per i capelli, magari dico una cosa scema scema ma…e se li tagliassi un poco? Magari un taglio più leggero li rende meno “pesanti” e più gestibili? Ecco. Tanti cuorini per te ❤️

    svgRispondi
    • gynepraio

      Dicembre 21, 2018 at 6:15 pm

      Ciao Mavie, se mi taglio i capelli divento inetta a vivere come Sansone. Mi tengo tutto così com’è e imparerò ad accettarmi, e magari a vivere un po’ meglio…

      svgRispondi
  • Marghe ✿

    Dicembre 21, 2018 at 11:30 am

    Io ho comprato da poco la GHD Gold, pagandola metà prezzo col black friday. Ci pensavo da tipo un paio di anni, non avevo mai avuto una piastra e alla fine mi son decisa.
    Alle prime prove la piega mi dura tranquillamente una settimana (tipo che mi spiace dovermi lavare i capelli che sono ancora bellissimi) senza seccarli (ma immagino dipenda molto anche da tutti gli altri prodotti/trattamenti), per cui sono super soddisfatta!
    In generale credo si debba un po’ scegliere tra colore e piastra, fare entrambi regolarmente e pretendere di tenerli lunghi mi sembra difficile. Per i miei capelli, lunghi tutta la schiena e tendenti al crespo dopo le gravidanze, le due cose che li rovinano di più sono tenerli sciolti e andare dal parrucchiere: vado massimo un paio di volte l’anno e solo in posti super ma in ogni caso è sempre uno stress… Bei tempi quelli dell’università quando facevo la modella per l’oreal e perlomeno erano loro a pagare me se volevano metterci le mani 😀

    svgRispondi
    • gynepraio

      Dicembre 21, 2018 at 6:14 pm

      Dal parrucchiere ci vado forse 3 volte l’anno: il problema qui è la lotteria genetica. Ma va bene così!

      svgRispondi
  • Chiaraccia

    Dicembre 21, 2018 at 11:31 am

    Si però ti sei dimenticata di scrivere: “Quindi io mi terrò i miei capelli, i miei capelli si terranno me e chi mi ama si beccherà me e i miei capelli”. E’ che stava diventando un mantra anche per me!!! 😛 Tanti bacini e un abbraccio forte forte…

    svgRispondi

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.